Ambientazione nella scrittura di un racconto

L’Associazione Editori Modenesi ha indetto un concorso di racconti dal titolo MODENA, DOMANI (cliccando sulla locandina trovate il regolamento)

concorso_editori_modenesi

Era da un po’ che non scrivevo un racconto, e con quello che sta succedendo nel mondo mi è venuta voglia di scriverne uno per questo concorso.
La prima cosa che mi sono detto è stata: questo racconto non parlerà di come l’islam ci ha conquistato (uno degli scenari di maggior speculazione degli ultimi tempi).
L’idea è partita da un classico What If e il tema è incentrato sull’incapacità umana di vivere in pace.
Se anche raggiungessimo la pace assoluta troveremmo comunque il modo di fare guerra: infondo ogni scusa è buona. Fede, ideologie, economia, politica, divergenze di gusto. Ostilità verso il prossimo per qualsiasi futilità, solo per il gusto di lottare. L’umanità è drogata di Guerra.

Così ho iniziato a scrivere e a fare qualche ricerca sull’ambientazione.
Sono Modenese, ho sempre vissuto in città e la conosco bene ma ho dovuto cercare conferme per alcuni dettagli.
Nel racconto c’è una scena ambientata sulla Ghirlandina. In prima stesura ho descritto la torre traendone l’immagine dai ricordi dell’infanzia. Ero piuttosto certo che fin dal piano terra si vedesse il vano della torre e che parte della scalinata fosse di legno.
Dato che il personaggio osservava la città dall’alto della Ghirlandina, mi sono chiesto cosa effettivamente si vedesse e se si vedeva ciò che avevo descritto, in particolare ciò che mi serviva per il proseguo della storia.

Così per sfatare ogni dubbio sono salito sulla Ghirlandina

Come vedete dal filmato il vano della torre parte dal primo piano e non c’è traccia di scale in legno, sono tutte in pietra.

Salendo fino alla stanza dei Torresani è possibile ammirare il panorama della città.

Ambientazione nella scrittura di un racconto - Panorama Modena

Panorama della città vista dalla Ghirlandina

Anche in questo caso mi sono accorto che la vista del posto che descrivevo era ostruita dal Palazzo Ducale, quindi ho dovuto risolvere con un escamotage tecnologico (si, il racconto è di fantascienza 😉 ).

La visita è stata molto utile, mi ha chiarito una serie di cose e ho anche recuperato un bel volantino sulla Torre Civica.

opuscolo ghirlandina

Già che c’ero per evitare un secondo giro (che in realtà ho fatto ugualmente) sono anche andato ai Giardini Ducali in cerca della location giusta per ambientare una delle scene conclusive del racconto.

L’ho trovata, vi lascio la foto.

Ambientazione nella scrittura di un racconto - giardini_ducali

Il racconto è stato chiuso in tre giorni, compresa la riscrittura e la lettura fatta da un paio di amici, già che c’ero l’ho anche inviato al concorso. Ora non resta che attendere l’esito 😉

Copyright © 2016 Covili Simone. All Rights Reserved.